Prima festa del baratto

PrintCome precedentemente annunciato, abbiamo partecipato alla realizzazione della “Prima festa del baratto”, in quel di Longare. La prossima domenica 16 settembre, dalle 10.00 alle 18.00, presso l’ex casello di Costozza di Longare (da dove è partita l’inaugurazione, per i tantissimi che c’erano) ci saranno alcuni banchetti con oggetti usati che possono essere barattati con i vostri; il luogo della festa è direttamente confinante con il tracciato, lo ricordiamo per tutti coloro che non conoscessero la zona (la mappa è aggiornata col punto preciso). L’idea è quella di dare una altra opportunità alle cose che non ci servono più ma che potrebbero servire ad altri. Per il grosso del lavoro di organizzazione il merito va alla Consulta Anziani di Longare, la nostra redazione ha collaborato all’ideazione e alla realizzazione del materiale divulgativo. Saremo presenti con un po’ di materiale inerente la bici (borracce, un giubbino alta visibilità, delle borsette portaoggetti…) e ci sarà una ricca scelta di altri oggetti proposti dagli altri partecipanti: si va dai modellini di macchinine agli abiti vintage, passando per i quadri ed i libri. Come gadget da scambiare abbiamo preparato un’esclusiva vera e propria: alcune bandierine (quelle da attaccare alle lunghe astine da bici, se avete presente) della ciclabile e del nostro sito (presentatevi con qualche bel magnete per arredare il nostro frigorifero e una sarà vostra di sicuro). Come funziona la cosa? Come ha sempre funzionato il baratto: noi offriamo qualcosa e voi offrite qualcos’altro, senza nessuna circolazione di denaro. Essendo la prima edizione ci vorrà pazienza per capire pesi e misure, diciamo che se venite con un bel fumetto di Tex, Zagor, Nathan Never O Martin Mystere qualche altro fumetto da portar via lo trovate, o qualcos’altro ancora; se poi venite con uno di Sandman vi portate pure una bandierina assieme. E’ una proposta che si fa a che la vuole accettare, senza costrizioni, senza vincoli, all’insegna dello scambio e della generosità.
Vi aspettiamo numerosissimi. Se volete contattarci scrivete alla nostra mail o postate un commento.

Qui il volantino in pdf, se volete scaricarlo e diffonderlo.