L’inaugurazione: una festa di colori

E’ stata una grande festa, l’inaugurazione della Ciclabile Riviera Berica. Un’affluenza di ciclisti impressionante già da Longare, un “dispiegamento di uomini e mezzi” impeccabile lungo tutto il tracciato, un’accoglienza da applausi a Noventa. Il tempo è pure stato clemente: ci ha inumidito in alcuni brevissimi tratti e graziati almeno sino alle 15.00. Va certamente tributato un grande e solenne ringraziamento prima di tutto ai Sindaci che si sono impegnati per la buona riuscita della giornata e hanno presenziato con una certa discrezione, poi a tutti i numerosissimi operatori – dagli Alpini alla Protezione Civile e all’Associazione Carabinieri in congedo –  e alle Forze dell’Ordine che hanno garantito un efficiente impianto di sicurezza per tutti, ai volontari nei punti di partenza dei singoli Comuni che hanno prestato la loro opera con l’allestimento di ristori e distribuzione dei gadget. Un grazie poi a tutti coloro che hanno allietato la giornata con la loro presenza, molto spesso allegra e sorridente. Cerchiamo di ricordare l’evento con qualche immagine (abbiamo anche una raccolta più ricca, ancora da ordinare, e una serie di mini video da rifinire, che pubblicheremo tra qualche giorno).

Update. Tra i tanti che abbiamo certamente dimenticato di ringraziare, facciamo ammenda e vogliamo ricordare, tributando loro il giusto merito, tutti i tecnici che, a diverso titolo e in diverso modo, hanno seguito i lavori della ciclabile, in particolar modo quelli del Comune di Castegnero, appunto capofila, che si son accollati l’onere gravoso.

20120520_094411 Sono solo le 9.40 ma c’è già fermento al punto di partenza, in quel di Costozza di Longare. Il piazzale è stato adeguatamente ripulito, transennato, arricchito di impianto voci: tirato a lustro per le grandi occasioni, insomma. Interessante vedere che Sportler, importante marchio della grande distribuzione sportiva, ha creduto nella manifestazione allestendo un punto di promozione con distribuzione di materiali di diverso tipo (che sia un segno dei tempi?).
20120520_101113 In pochissimo tempo il piazzale si riempie di un coloratissimo e vociante assembramento di ciclisti. Al momento dei saluti, quando è stato chiesto di effettuare un minuto di silenzio per commemorare le vittime del terremoto e della bomba in Puglia subito si sono spente tutti i fragori, un momento significativo e toccante.
20120520_100333 La foto ricordo dei Sindaci dell’Area Berica. Un plauso, qua, lo tributiamo in modo particolare al Sindaco di Castegnero (Comune capofila dei lavori di allestimento della Ciclabile Riviera Berica), Giancarlo Campagnolo, che negli ultimi anni si è speso, indubbiamente con fatica e grande impegno, per portare a termine l’opera. Bravo!
20120520_103037 Siamo al taglio del nastro: si parte, la Ciclabile Riviera Berica è inaugurata. Abbiamo avuto in dono un pezzettino di quel nastro: lo conserveremo, come una reliquia moderna, come ricordo imperituro di questo momento.


Continuiamo con la carrellata delle foto.

20120520_105538 Tutto il percorso, da Longare in poi, è stato allietato dalle “mini inaugurazioni” (le abbiamo chiamate così, in viaggio, scherzando con gli amici vicini di bici) che ogni Amministrazione comunale ha voluto celebrare: alcune sobrie, altre più chiassose e pimpanti, ognuno con il suo colore (ottima l’idea di promuovere la pista dando a ogni Comune delle t-shirt e delle polo di diverso colore).
20120520_121002 Siamo giunti alla fine a Noventa. Ecco la “mini inaugurazione” di quel Comune. Ci piace pensare che la maglia di color nero sia proprio in virtù “dell’ultimo della fila”.
20120520_123017 Arriva il “gruppone” in quel di Noventa, anticipato dalle avanguardie. Ognuno col suo passo, senza fretta e senza ansia, nella sicurezza (tanti bambini, oggi, dai piccolissimi che dormivano nei seggiolini ai più grandicelli con la propria biciclettina) che offre una ciclabile rispetto a qualsiasi strada comune.
20120520_124324 Tutti a tavola. In una cornice incantevole, la piazza antistante Villa Barbarigo, Noventa ha accolto i ciclisti con un servizio eccellente: con 5 euro si è potuto mangiare e bere, seduti comodamente sotto i portici.