In bicicletta da Venezia a Torino?

Il “Progetto VENTO” è, in estrema sintesi, l’idea di una grande pista ciclabile da Torino a Venezia. Come recita il sito dell’iniziativa:

Come sempre, anche il tracciato di VENTO è una scelta: include qualcosa ed esclude qualcos’altro, se uno va a vedere con la lente. Ma la lente non va usata qui.
Qui la scelta del tracciato la si può e la si deve apprezzare guardandola ad una certa distanza e usando gli occhiali che ci indicano cosa vuol dire quel tracciato.
VENTO è il primo filo di una collana che, finalmente, infila le perle che trova lungo il fiume Po: paesaggi, monumenti, località, paesini, cascine, città, altre ciclabili, etc.
Quel tracciato è innanzitutto il segno di un’idea visionaria ma concreta che, con i suoi 679 km, vuole volare alto sopra i particolarismi con cui, fino ad oggi (ma non ci interessa polemizzare con il passato ma salutare il futuro) ogni progetto di ciclabilità lungo il Po si è presentato al pubblico.

vento_tracciatoDal 30 maggio al 7 giugno si terrà la terza edizione della manifestazione “VenTo bici tour” che, come racconta Lifegate:

“A ogni tappa corrispondono uno o più eventi divulgativi e ricreativi, per un totale di quindici. L’idea di questa infrastruttura leggera nasce da un gruppo di lavoro del Politecnico di Milano, con l’intento di far diventare VenTo un modello alternativo per riscoprire i territori in bicicletta dando loro nuova vitalità e in grado di creare lavoro e nuove economie”

A nostro parere è un’iniziativa mirabile e merita tutto l’appoggio possibile.