EB4 Askoll: quasi una recensione


Dopo lunga gestazione, finalmente la bicicletta a pedalata assistita: ho comprato una eB4 Askoll e vi presento una recensione* dopo i primi chilometri d’uso. L’eB4 ha il telaio in alluminio, ruote da 28″, forcella anteriore ammortizzata, cambio Shimano a 6 rapporti e un motore da 250 W nel mozzo posteriore: è un progetto tutto italiano ed è interamente costruita in provincia di Vicenza. Per un approfondimento dei dati tecnici vi rimando alla pagina specifica del sito del produttore.
Ho scelto il telaio unisex per la facilità di accesso e in previsione che anche il resto della famiglia la possa usare con profitto.

L’eB4 è presentata come una bici “da città” ma la configurazione, grazie anche alla forcella ammortizzata, si presta anche ad affrontare sterrati e strade bianche senza problemi. Alla prima escursione il feeling è stato immediato: nonostante fossi fermo da più di un anno la posizione abbastanza eretta, il manubrio ampio e l’assistenza mi hanno permesso di fare 35 chilometri, con un paio in salita (San Pancrazio, per chi è del Basso Vicentino) senza particolati affaticamenti. Il motore offre 4 livelli di assistenza, con una velocità massima consentita di 25 chilometri/ora che si può raggiungere con il livello 4 di assistenza, pedalando anche solo leggermente, naturalmente a scapito dell’autonomia totale, stimata attorno agli 80 chilometri con una gestione moderata dell’assistenza. Già con il livello 2 si può ottenere una buona velocità di crociera con una apporto moderato della parte muscolare (vedi foto).
La soddisfazione più grande l’eB4 l’offre nelle 2 condizioni più critiche per l’amatore fuori condizione (come il sottoscritto): con vento contro e nelle salite. La frustrazione della fatica di pedalare controvento, magari di ritorno da una bella sfacchinata, viene ampiamente limitata dall’assistenza, che dà il suo meglio nelle salite: San Pancrazio l’ho fatta d’un fiato, scoprendo l’ottima tenuta nei tornanti e apprezzando il supporto del motore. A proposito: avendo provato anche dei modelli con il motore all’anteriore, mi sento di dire che nell’eB4 si può apprezzare la spinta dell’assistenza senza avere “pesantezza” di manovra davanti. L’impianto frenante dà sicurezza: il freno a disco anteriore è perfetto e il tradizione posteriore fa ottimamente il suo lavoro, anche in discese con pendenze importanti. Ho fatto aggiungere il porta oggetti e il cestino per evitare di attaccare altri orpelli, come la borsa anteriore che avevo nella mountain bike, per avere la massima libera nelle escursioni e tanto spazio a disposizione.
La prova su strada bianca di questa mattina, all’interno di un secondo giro di una ventina di chilometri, mi ha confermato la tenuta e la sicurezza anche in questo genere di tracciati.

E’ presto per dare un voto definitivo all’eB4, l’impressione generale è comunque più che buona!
Veniamo ora all’analisi dei punti che non mi hanno convinto del tutto: a livello meccanico non ho niente da dire di particolare, forse il ronzio del motore poteva essere minore ma è un piccolo prezzo da pagare e il cambio non è un fulmine, ma mi sarei aspettato di più dal computer di bordo. L’ampio display monocromatico segna solo, oltre la carica e il livello di assistenza, la velocità oraria, i chilometri del giro attuale, i chilometri residui in base al livello di assistenza e i chilometri totali: con un display così grande mi avrebbe fatto piacere avere almeno l’ora, magari anche la velocità media e il tempo di percorrenza, tutti elementi rilevati dai computerini da bici che si trovano a pochissimi euro (e che certamente installerò). Anche un tool per collegare lo smartphone (col bluetooth?), presente in molte altri bici analoghe, sarebbe stato interessante, così da poter rilevare e conservare i dati statistici, anche per capire le proprie modalità di azione e magari migliorare le prestazioni.

* Per correttezza segnalo che lavoro per il gruppo Askoll: la bici comunque l’ho acquistata e la presente recensione è frutto delle mie osservazioni, senza nessuna relazione con l’Azienda.